Chi siamo?

Siamo Insegnanti di tutta Italia di un Gruppo su Facebook "A Scuola di Legalità" che nacque a seguito dei fatti accaduti a Brindisi il 19 Maggio 2012.
All'interno del gruppo "Insegnanti" ha preso corpo la proposta di creare una sorta di coordinamento nazionale delle azioni e dei progetti sulla legalità nelle scuole di ogni ordine e grado.

"I fatti di Brindisi ci interpellano e ci chiamano a stare in prima linea: hanno colpito la scuola, fucina delle nuove generazione, del nuovo stato, quindi obiettivo sensibile. Abbiamo il dovere di prendere una posizione chiara e netta, come insegnanti in primis, poi come genitori e adulti. La nostra ribellione è continuare ad insegnare legalità con ancora più forza, ancora più uniti: uniamo, coordiniamo tutti i nostri progetti e le nostre azioni di legalità, confluiamo in un immenso lavoro nazionale di opposizione alla mentalità della paura e del terrore, mettiamo le nostre facce e i nostri nomi in un grande progetto-movimento: comunichiamo e facciamo comunicare i ragazzi di senso del dovere, dello stao, di giustizia, di politica vera e non corrotta!!! Creiamo un coordinamento delle nostre azioni di insegnanti: sarà la vera solidarietà a chi nelle terre più esposte lotta quotidianamente con la mafia. E' una proposta di pancia, ma è dalla pancia che nasce la vita. Ci pensiamo a lavorare, ognuno nei propri modi, e a condividere on line (o dove possibile, in presenza) il nostro impegno contro la mafia e l'illegalità in un grande..."Libera tutti" scolastico?"

Usiamo questo spazio per organizzare, segnalare, pubblicizzare azioni di legalità e rispetto all'interno delle nostre scuole.